17 novembre 2012

Tortino di zucca con fonduta al Bleu de Bresse

















Visto che siamo in piena stagione di zucche e visto che ultimamente questo piatto l'ho fatto un paio di volte, con ottimi riscontri da parte dei commensali, ve lo propongo: è un tortino che si può servire sia come antipasto che come contorno, tralasciando in quest'ultimo caso la fonduta.
L'idea/ricetta originale è di Marble di Cookaround, io ho cambiato leggermente le dosi, aggiungendo più ricotta (di pecora naturalmente) e diminuendo il parmigiano e il burro.

Io ho scelto di accompagnarlo a una fonduta di Bleu de Bresse, un formaggio erborinato francese simile in sapore al roquefort ma più cremoso, quasi come il camembert: perfetto da sciogliere.
Se il tortino lo servite da solo, come antipasto ad esempio, io consiglio vivamente di accompagnarlo alla fonduta che serve a fare da contrappunto leggermente piccante al dolce della zucca, che a me personalmente non piace molto.

Buon appetito!

TORTINO DI ZUCCA E FONDUTA AL BLEU DE BRESSE


Ingredienti

Per il tortino:
1 kg di zucca Marina di Chioggia
500 g ricotta di pecora
75 g Parmigiano Reggiano
60 g burro
4 uova
2 spicchi d'aglio grandi
noce moscata, cannella (da non omettere!)
pepe nero

Per la fonduta:
150 g di Bleu de Bresse (formaggio erborinato francese)
un bicchierino di panna fresca

Lavare e tagliare la zucca a metà, togliere i filamenti e i semi interni, suddividerla in pezzi grossi e cuocerla al vapore in pentola a pressione (5-6 minuti). Togliere la buccia.
In una padella capiente far fondere tutto il burro e farvi dorare gli spicchi d'aglio tagliati a metà.
Versarvi la zucca e farla insaporire per circa 10-15 minuti senza coperchio. Salare, pepare e aggiungere a piacere noce moscata e cannella (la cannella ci starà benissimo, fidatevi).
Togliere dal fuoco e far intiepidire bene poi aggiungervi le uova sbattute, il parmigiano, la ricotta.
Mescolare bene. Imburrare ed infarinare una tortiera grande (26 -28 cm) e versarvi il composto di zucca (se volete e avete voglia setacciatelo, io l'ho fatto), livellarlo bene e disegnarvi delle righe in superficie con una forchetta.
Far cuocere per 40-45 minuti in forno statico a 180°C.
Mentre la torta cuoce, in un pentolino a bagnomaria fate fondere dolcemente il Bleu de Bresse con la panna, non appena si è sciolto il tutto spegnete il fuoco e lasciate nel bagnomaria.
Quando la torta è cotta disponete una fetta per piatto, versateci sopra qualche cucchiaio di fonduta calda e spolverate con della cannella il bordo del piatto.

3 commenti:

  1. finalmente trovo una viterbese doc.. ..piacere di conoscerti e di provare le tue ricette in particolar modo proverò subito le ciambelline al vino.. che ho già gustato da Biscetti e da amici spero di poterti conoscere presto personalmente io abito al Pallone e scambiarci così due dritte
    Ps io sono Toscana invece.. abito da voi da ben 7 anni a presto simona

    RispondiElimina
  2. Ciao Simona e grazie per il commento! :)

    Io non sono viterbese doc nel senso che abito in quel di Como: la mia famiglia è viterbese! Però in ogni caso la mia cucina è quella di quelle zone...olio e non burro, pasta e non riso, carne e non pesce e via dicendo.
    Se fai le ciambelline fammi sapere come le trovi, ci conto!

    A presto,
    Ilaria

    RispondiElimina
  3. ciao ,ricetta fantastica complimenti e buon anno !!!!

    RispondiElimina

Lascia il tuo commento al mio post